Safari in Kenya: dove, quando, con chi

Oggi vorrei parlare di Safari.

Il safari, che in lingua Kiswahili significa viaggio, è sinonimo di avventura africana: chi non ha mai sognato di trovarsi in mezzo alla savana africana ammirando panorami mozzafiato e guardando un leone sonnecchiare all’ombra di un’acacia? Non so voi, io l’ho sognato molte, moltissime volte!!

Io sono stata diverse volte in safari in Kenya, e ho avuto la fortuna di visitare diversi parchi e più volte.  Cercherò di raccontare il safari in Kenya brevemente.

In cosa consiste un safari?

Solitamente si tratta di uno o più giorni nei Parchi e Riserve nazionali, a bordo di jeep o minibus con tetto apribile, accompagnati da autista e a volte guida, alla ricerca di animali selvatici. Il safari si svolge quasi interamente a bordo del mezzo, non si scende nella savana, fatta eccezione per alcuni punti dove è permesso scendere dal mezzo, e ovviamente nei lodge o campi tendati. Durante il game drive (ovvero mentre il mezzo vi porta letteralmente a spasso per la savana cercando di avvistare animali) la vostra guida vi racconterà aneddoti e curiosità sugli animali che man a mano avvisterete: gazzelle, impala, elefanti, bufali, struzzi, giraffe, ippopotami, zebre… fino ai più famosi e ricercati leoni, ghepardi e leopardi.

Ogni volta che viene avvistato un animale o un branco, l’autista si ferma permettendo ai passeggeri di ammirare e fotografare il soggetto di turno: anche guardare un gruppo di zebre intente ad alimentarsi è un’emozione unica! vi accorgerete di fare almeno 7/8 foto identiche presi dal momento emozionante!

Solitamente il game drive non dura più di 3/4 ore consecutive, al termine delle quali si fa sosta in un campo tendato o lodge per il pranzo o la cena.

Dove fare safari in Kenya

Il Kenya è ricco di parchi dove vivere l’avventura del safari, e in qualunque città voi siate, capiterà di trovare agenzie  pronte a proporvi safari di ogni tipo.

Per chi viene dalla costa, il Parco più vicino e gettonato è senza dubbio lo Tsavo est: la classica savana africana, grandi pianure e distese a perdita d’occhio, ospita ogni tipo di fauna, dai grandi felini agli erbivori.  Il parco è molto vasto, e non sempre è possibile avvistare animali vicinissimi. Le agenzie serie e che seguono le regole del turismo responsabile, si rifiuteranno di portarvi fuori pista per avvicinarvi troppo agli animali: il fuoripista danneggia il manto erboso ed è troppo invasivo verso la fauna!! ricordiamoci sempre che siamo “ospiti”, non invadiamo il territorio eccessivamente!

Tsavo ovest: è l’altra metà del parco Tsavo nella sua interezza, ma è molto diverso dall’est: più montagnoso e cespuglioso, habitat ideale di animali come il leopardo. Da alcuni punti, e con giornate particolarmente limpide, è possibile anche scorgere il Kilimanjaro!

Amboseli: avete presente il branco di elefanti che pascola alle falde del Kilimanjaro?? Ecco, è questo il parco!!! è piuttosto arido gran parte dell’anno, e gli elefanti e il popolo Maasai sono i più famosi abitanti di questo parco.

Masai Mara: Probabilmente uno dei Parchi più famosi di tutta l’africa, location perfetta per i documentari e per uno dei safari più belli della vostra vita! Confinante con il Serengeti in Tanzania, ospita ogni anno la famosa migrazione degli gnu (luglio - ottobre) che spinti dalla ricerca di cibo, attraversano il fiume Mara in grandi branchi.

Ricco di vegetazione e fauna, l’emblema di questo parco è il Re della Savana: sua Maestà il Leone!!

Lago Nakuru: piccolo parco facente parte dell’ecosistema della Rift Valley, è situato nel nord del paese ed è visitabile in un solo giorno.

Grazie ai suoi splendidi fenicotteri rosa che popolano le rive del lago e al gran numero di rinoceronti bianchi (reintrodotti alcuni anni fa), attira un gran numero di turisti tutto l’anno.

Samburu, Buffalo spring e Shaba: Sempre nella zona della rift valley, queste riserve si estendono lungo le rive del fiume Ewaso Ngiro, e ospitano tutte una ricca varietà di flora e fauna.

Quando andare in safari?

Il Kenya è un paese vasto, equatoriale, e il clima varia da zona a zona. In generale i parchi sono sempre visitabili, anche se durante il periodo delle piogge lungo la costa (aprile-giugno e ottobre-novembre) potrebbero esserci alcuni problemi per gli allagamenti delle strade.  Opportuno sarebbe chiedere informazioni all’agenzia di safari con la quale si sta prenotando.

Con chi andare?

Come dicevo anche prima, ovunque si trovano decine di agenzie pronte ad organizzare il vostro safari. In ogni caso, posso darvi solo alcuni consigli, per aiutarvi a scegliere al meglio:

- Potete prenotare dall’italia un pacchetto hotel + safari con un tour operator Italiano: quasi tutto si appoggiano a serie agenzie locali per organizzare le escursioni.

- In loco, non lasciatevi attrarre esclusivamente dal prezzo più basso: chiedete quanti sarete nel mezzo, dove andrete a dormire, se avrete una guida oltre all’autista o meno.

- Se possibile, andate direttamente in agenzia: acquistare dal primo che passa potrebbe portare brutte sorprese.

- Preferire agenzie con personale locale e che utilizzano campi o lodge gestiti da personale locale: è una forma di turismo responsabile aiutare l’economia locale favorendone le attività.

Jeep o minibus?  Dipende. La Jeep è alta e bella, spesso si apre lateralmente e fa molto “avventura nella savana”. Però per chi ha problemi alla schiena…potrebbe massacrarvi in lunghi tragitti (ad esempio dalla costa all’entrata dello Tsavo sono quasi 3 ore di macchina…se si è di base a Malindi sono 3 ore di strada sterrata!!!). Il Minibus  fa tanto “turista” ma ci si può muovere meglio all’interno (a meno che non sia riempito al massimo..) e fidatevi, nello sterrato è anche più comodo..

Campo tendato o lodge? Personalmente campo tendato tutta la vita!!!! Non pensate che sia tipo tendina da campeggio…i campi tendati sono spesso tende di lusso, con tutti i comfort, ma che lasciano assaporare la magia della savana di notte!!! I lodge sono tutti molto belli, ma perdono un po’ l’idea dell’avventura!!

Per finire, alcuni indirizzi utili:

agenzie di safari a Mombasa e Malindi:

Dream Safaris : agenzia con sedi a Malindi e Diani oltre agli uffici interni al Barraccuda Beach resort  e Aquarius Beach resort di Watamu. Seri e professionali, offrono safari con accompagnatore multilingue (anche italiano) in tutto il Kenya, escursioni nelle più belle località della costa e trasferimenti da e per l’aeroporto.

Campi tendati e lodge:

Sentrim hotels

Voi Wildlife Lodge

Man Eaters

malaikadany

Nata in Italia nel 1980 con l'immenso desiderio di viaggiare e conoscere luoghi e culture sempre nuove. A 28 anni mi sono trasferita in Kenya dove ho vissut anni stupendi. Ora mi trovo in Olanda dove vivo con i miei due compagni di vita ed avventure, marito e figlia! Ci fermeremo? Non lo sappiamo! Siamo una specie migratoria!!!

You may also like...

2 Responses

  1. Noemi scrive:

    L’Africa è sempre stata una delle tante mete che vorrei visitare e, grazie a questo tuo articolo, mi son sentita in Kenya per un momento: pronta per un safari!

    • malaikadany scrive:

      Ti consiglio di visitarla, viverla, respirarla.. L’Africa chiama e resistere al suo richiamo a lungo è difficile ! Quando vorrai qualche consiglio sai dove trovarmi!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Social Media Icons Powered by Acurax Web Design Company
Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On PinterestVisit Us On LinkedinCheck Our Feed