Vacanze a Los Roques: Una Settimana in Paradiso

translation services

Gran Roque chiesetta

Quando ho iniziato a cercare in rete articoli ed informazioni su Los Roques, devo dire che sono rimasta piuttosto a bocca asciutta: pochi sono i blog o gli articoli che parlano di questo Paradiso immerso nel Mar dei Caraibi.

In effetti il Venezuela è purtroppo rinomato per non essere un Paese molto sicuro, ma sicuramente se si viaggia in maniera consapevole e si evitano zone pericolose, si potrà godere di uno splendido viaggio in questo Paese bellissimo.

Noi abbiamo solo passato una settimana a Los Roques, ma per chi cerca relax e bel mare, questo è sicuramente il Paradiso in terra!

Non avendo trovato tantissime informazioni su internet a riguardo, con questo post vi darò qualche informazione pratica nel caso vogliate passare una vacanza in queste isole immerse nel Mar dei Caraibi.

los roques

Come raggiungere Los Roques

Noi abbiamo volato su Caracas con Air Europa, economica compagnia di linea che collega l’Europa con diversi aeroporti in Latino America: solitamente i voli prevedono scalo a Madrid.  Essendo appunto una compagnia economica, nel volo intercontinentale se vorrete usufruire dell’intrattenimento a bordo dovrete pagare: nel viaggio di andata, sebbene l’aereo fosse semi vuoto ( e i sedili larghi e comodi) non erano presenti tv o intrattenimento se non a pagamento ( 20 euro per ipad con film, musica, giochi..). Se volate con Air Europa anche nel volo di connessione interno ( ad esempio Roma – Madrid), considerate che a bordo non sono comprese bevande o snack, se non a pagamento.

Da Caracas a Gran Roque abbiamo invece volato con la compagnia Conviasa: aeromobili nuovi e confortevoli per i 45 minuti di volo che collegano le due località. Il volo per Gran Roque parte dallo scalo domestico, a circa 3 km dall’ aeroporto internazionale Simon Bolivar, e solitamente gli orari non coincidono con gli arrivi internazionali, è quindi necessario passare una notte in hotel a Caracas.

Conviasa los roques

Attenti al peso: il bagaglio a bordo del volo per Los Roques, non dovrà superare i 10 Kili!

Le Posadas e lo spirito isolano

Non ci sono alberghi a Gran Roque, neppure villaggi o resort, qui si dorme nelle tipiche Posadas: in precedenza erano le case dei pescatori e dei locali, che sono state poi convertite in piccole strutture per accogliere i turisti.

A Gran Roque ci sono tantissime Posadas, da quelle più piccole e raccolte ad altre leggermente più spaziose e con qualche comfort in più, ma generalmente sono tutte abbastanza simili: non aspettatevi appunto il grand hotel, le stanze sono piccole e semplici, ma la cortesia degli isolani e l’ambiente rendono tutto perfetto.

Noi abbiamo alloggiato nelle Posadas del gruppo Caracol, la Posada Caracol ( fronte mare, a pochi passi dall’Aeroporto) e la Villa Caracol ( dall’altro lato del Paesino, a circa 500 metri dall’aeroporto e a pochi passi dal mare). Quest’ultima godeva di una splendida vista su tutto il Paese e sulle due piccole montagne, Cerro el Calvario e la montagna del faro.

Posada Villa Caracol

Se viaggiate con bambini, tra queste due posadas l’unica ad avere camere triple è la Villa Caracol.

Le posadas solitamente offrono servizi di pensione completa, dall’abbondante colazione alla lunchbox per le vostre escursioni nelle isole, fino alla cena: qui si mangia soprattutto pesce, le deliziose arepas (una sorta di frittella di farina di mais), quinoa o riso e frutta. Nel nostro caso, (ma molte posadas offrono questo servizio) quasi tutte le escursioni alle isole erano comprese nel prezzo; in caso contrario, si possono prenotare le escursioni presso il piccolo baracchino vicino al molo principale dell’isola.

Lancia Los Roques

L’arcipelago di Los Roques

Sebbene ci sia spiaggia, quella di Los Roques non è balneabile: lungo tutta la spiaggia troverete infatte ormeggiate le imbarcazioni e lance che portano i turisti in escursione presso le altre isole dell’arcipelago. Ogni mattina, quindi, potrete visitare un’isoletta diversa, da quelle più vicine ( 5-10 minuti di navigazione) a quelle dall’altra parte dell’arcipelago (circa un’ora di lancia).

Avifauna Los Roques

In una settimana di permanenza, ecco le isole, o cayos, che abbiamo visitato:

  • Cayo Francisqui: acque basse, un bar sulla spiaggia, e possibilità di fare dello snorkeling su un lato dell’isola.
  • Cayo Madrisqui: a soli 5 minuti di lancia da Gran Roque, offre un bel panorama e si può passeggiare fino a Cayo Pirata.
  • Cayo de Agua: sicuramente la più bella e suggestiva delle isole! A circa un’ora di lancia, Cayo de Agua lascia a bocca aperta per la sua bellezza selvaggia, con la sua lingua di sabbia e lunghissime spiagge bianche e deserte. Assolutamente un Paradiso in Terra!

cayo de agua

  • Cayo Crasqui: una delle più belle isole dell’arcipelago! Qui si possono noleggiare attrezzature per sport acquatici, o gustare del pesce fresco in uno dei “ranchos” dei pescatori ( e fare quattro chiacchiere con i coloratissimi pappagalli). Io ho amato quest’isola, piena di conchiglie splendide e con scorci decisamente mozzafiato!
  • Cayo Carenero: anche questa più lontana da Gran Roque ( circa 45 minuti) ma da non perdere! Tantissimi uccelli ( e cani!) popolano l’isola, ed è bellissimo passeggiare lungo le sue spiagge bianche o spingersi nella bassa marea e rilassarsi a pelo dell’acqua.

Madrisqui

Los Roques: informazioni utili!

  • Moneta:  cambiate i vostri euro o dollari in Bolivares, ma non fatelo in aeroporto dove il cambio è assolutamente sconveniente! Dall’hotel a Caracas al personale delle Posadas, troverete chi vi cambierà a tasso decisamente favorevole.
  • Caracas: Se non siete pratici di sud america, scegliete un buon hotel vicino all’aeroporto e concordatevi per il pick up in aeroporto. Caracas è una città pericolosa, meglio non affidarsi troppo al caso. Noi abbiamo pernottato al Marriott Playa Grande, vicinissimo all’aeroporto.
  • Bagaglio: Come detto sopra, dovrete rinunciare a bagagli grandi ed ingombranti: il peso massimo consentito a bordo dell’aereo che vi porterà a Los Roques è di 10 kili (più una borsa o zainetto). Ma non vi servirà portarvi troppe cose, a Los Roques basterà davvero il minimo! Costumi da bagno, parei, ciabattine e qualcosa a maniche lunghe per le serate ventose. Io sono partita solo con bagaglio a mano, e a fine vacanza (come sempre) mi sono resa conto di non aver indossato alcune cose! Ricordatevi sempre che meglio viaggiar leggeri e lavare le proprie cose, che particolarmente nei paesi tropicali, si asciugheranno nel giro di poche ore!
  • Vita in Posada: L’acqua nelle Posadas non sempre è calda: il miscelatore funziona secondo qualche strano algoritmo locale, e l’acqua calda arriva all’improvviso senza molte possibilità di scelta.. Ma non è un gran problema quando fuori ci sono 35 gradi! Sempre parlando dell’accomodation in Posada, le stanze sono spesso piccole e molto essenziali, quindi se partite alla ricerca del gran lusso, avete sbagliato meta 🙂

Gran Roque

  • Vita da spiaggia: Quasi tutte le posadas offrono un servizio completo, con tant di lettini, ombrelloni, coller box con pranzo e bibite per tutta la giornata. Se così non fosse, assicuratevi di avere con voi cibo e bevande a sufficienza per tutta la giornata.
  • Il sole scotta, tantissimo. E ve lo dice una che non si scotta mai! Anche se siete abituati e abbronzati,non vi farà male avere la protezione 50, almeno i primi giorni, meglio se naturale e biologica, per non inquinare questo Paradiso. Se siete particolarmente sensibili al sole, cappelli e/o parei per coprirvi nelle ore più calde della giornata.
  • Rispetto: mai viaggiare senza.
  • Acquisti: sull’isola sono presenti alcuni negozi di souvenir, un paio di supermercati locali e una farmacia. Non sempre si trovano beni di consumo, in quanto tutto viene importato dalla terra ferma: il mio consiglio è di portarvi tutto il necessario, e in caso vi avanzi qualcosa (medicinali di uso comune, prodotti da bagno) regalateli alla gente del posto.
  • WI-Fi: Siete in vacanza, quindi.. Via gli occhi da quel telefono! Ma se proprio non ne potete fare a meno, a Gran Roque alcune posadas hanno il Wi-Fi, o altrimenti in Piazza e in tutta la zona circostante, ci si può agganciare liberamente alla rete del Gobierno Bolivariano.

Ringrazio i miei compagni d’avventura per aver contribuito alle foto di questo post, e a rendere questa settimana a Los Roques ancora più stupenda!

 

 

 

 

 

 

malaikadany

Nata in Italia nel 1980 con l'immenso desiderio di viaggiare e conoscere luoghi e culture sempre nuove. A 28 anni mi sono trasferita in Kenya dove ho vissut anni stupendi. Al momento mi trovo in Olanda con la mia splendida bambina e viaggio appena posso.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *