Riflessioni Influenzate

translation services

  
Scenario: cinque giorni di sole consecutivi in Olanda,anzi forse anche sei, da una settimana senza laptop ( per chi ancora non lo sapesse ci ho rovesciato una tisana sopra ed è irreparabile..) la piccola con un febbrone da cavallo da sei giorni e io che la seguo a ruota da tre. Che dire di più?  Ah sì, avevo appena ricominciato la mia routine freelance X portare avanti il blog ed altri progetti.

Inizialmente lo ammetto,mi sono disperata: volevo buttare tutto all’aria, il blog,i progetti in atto, le mie ambizioni. Poi mi sono detta.. Ok, ancora una volta sfide. Si vede che devo per forza essere una persona forte visto le che vita non se la finisce a volermi sfidare.. È così ho provato a cogliere il lato positivo della cosa: posso stare a casa, coccolarmi la piccolina, leggere, guardare la TV.. ( nella realtà però diventa: sudare sotto le coperte e scambiarci germi, guardare 24/7  nickjr con relativi Dora Diego e Paw Patro che sogno anche la notte, non riuscire a leggere per il troppo mal di testa e avere troppa tosse e mal di gola anche X parlare). 

L’influenza non mi prende mai, ma se lo fa ora capisco che non è piacevole. 

Intanto, con Lei spalmata al quinto giorno di febbre altissima, penso: devo decidermi a darmi una mossa. Devo prendere la situazione in pugno ed esprimere me stessa, farmi valere e continuare a lottare per quello che amo fare. 

Ok, per questa volta non mollo. 

A presto quindi con il primo articolo sul mio viaggio in Venezuela, quello stupendo magico viaggio. 

Ora stacco che a scrivere da cellulare mi si paralizza il dito… Ma un modo per occupare questi momenti dovrò pur trovarlo no? 

P.s. La foto? Beh si mi piace immaginarmi ancora a los Roques a correre in spiaggia piuttosto che stesa sul divano! 

malaikadany

Nata in Italia nel 1980 con l'immenso desiderio di viaggiare e conoscere luoghi e culture sempre nuove. A 28 anni mi sono trasferita in Kenya dove ho vissut anni stupendi. Al momento mi trovo in Olanda con la mia splendida bambina e viaggio appena posso.

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. sanda sudor ha detto:

    salve Daniela…mi sono imbattuta casualmente sul tuo blog ( per la comunicazione fluida mi permetto usare il TU) e leggendo con la curiosità crescente, ho riflettuto e ti rigrazio perchè le tue RIFLESSIONI OLANDESI mi hanno aiutato riflettere anche a me ( e qui già scatta la soddisfazione che provi perchè le tue parole arrivano !)….quindi anche io mi trovo a distanza di qualche giorno da un nuovo percorso di vita: Olanda…non solo, DEN HAAG; devo riconoscere con l’ansia della prestazione: innamorata di un italiano chef in un ristorante a Denhaag, artista e graphic designer freelance, all’età di 54 anni lasciando alle spalle una città che ama ( Spoleto) con progetti nel campo artistico realizzati altri rimasti sogni…mi metto in gioco non solo per Amore ( che è solo un ingrediente) ma per un dovere ed una nuova consapevolezza; mi rendo conto mentre ti scrivo, quante argomenti e domande vorrei farti…racchiudo con una: se sei ancora in Olanda potrei contattarti dopo il mio arrivo ( 27 maggio)? sarei felice conoscerti di persona, con la certezza di essere un buon auspicio “assorbire” il coraggio e l’entusiasmo di chi come te ha FAME DEL MONDO e lo AMA. un caro saluto, Sanda Sudor

  2. Helena ha detto:

    Questo blog é spettacolare !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *