Dolce e selvaggia, la Camargue nel mio cuore

translation services

L’estate è sempre stata sinonimo di Viaggi.

Una volta, quando ancora abitavo in Italia, era il periodo in cui partivo per lunghi viaggi su strada, alla scoperta della nostra bella Europa: Irlanda, Spagna, Norvegia, Finlandia Scozia, Inghilterra.. Tantissimi viaggi che mi hanno fatto non solo innamorare del nostro Vecchio Continente, ma anche dei viaggi lenti, quelli vissuti su strada.

Poi è arrivato il Kenya, e l’Olanda.. E allora i viaggi sono più spesso quelli in cui vai a casa tua, a trovare famiglia e amici, ma pian piano, stiamo tornando “su strada”.

Uno di quei posti che mi sono entrati nel cuore e che ho amato particolarmente è la Camargue.

 

Saintes Maries De La Mer

Il giro di Francia, in moto

On the road, per l’appunto.

Si viaggia con l’essenziale, si vive la strada, ci si portano dietro i dolori delle tante ore passate sulla moto, e si apprezza ogni tappa immensamente.

arles vestiti

La Camargue, paludosa, calda e assolata, una zona di Francia che non ti sembra nemmeno far parte di questo paese: un mix di culture, sapori e colori, il caldo, la natura ancora selvaggia, i suoi abitanti attaccati alle tradizioni popolari.

Arles

arles

 

Non ancora Camargue, ma situata sulle rive del Rodano è stata il nostro punto di partenza per la visita di quest’area della Provenza.

Arles è una cittadina ricca di fascino e storia e lo si percepisce non solo passeggiando tra le sue antiche vie, ma anche dal suo anfiteatro Romano.

Di Arles ricordo il caldo quasi soffocante di Agosto, le stradine assolate e quella sensazione già forte di luogo quasi di confine, o epicentro di culture: Spagna, Francia, Italia e nord Africa si fondono in quest’area della Francia.

Arles Anfiteatro

Arles Anfiteatro

E poi si entra nella vera e propria Camargue: il panorama cambia, e prende la forma di paludi e risaie, l’aria diventa ancora più calda ed inevitabilmente umida, la dimensione della città lascia posto a quest’area di confine tra miti e leggende, storia e misticismo.

Camargue

Saintes Maries de La Mer

La capitale della Camargue,  città meta di pellegrinaggi per la sua Sara la Nera, gitana, assoltata e punto di partenza per gite in barca nelle paludi della Camargue. Se siete sensibili alle influenze locali, è facile farsi suggestionare da questo luogo, sicuramente turistico quanto misterioso e dall’atmosfera mistica.

saintes maries de la mer

Scendete nella cripta della Chiesa di Saint Maries de La Mer dove si trova la statua di Santa Sara, passeggiate per le viuzze strette che ricordano i pueblos assolati spagnoli, e lasciatevi coccolare da quest’atmosfera tutta particolare.

Paludi della camargue

La Camargue è uno stato mentale, non solo una regione, o la si ama o la si odia. Qui si respira una sensazione di libertà e di paesi lontani, si sudano emozioni.

La Camargue, anima bella e selvaggia della Provenza.

 

 

malaikadany

Nata in Italia nel 1980 con l'immenso desiderio di viaggiare e conoscere luoghi e culture sempre nuove. A 28 anni mi sono trasferita in Kenya dove ho vissut anni stupendi. Al momento mi trovo in Olanda con la mia splendida bambina e viaggio appena posso.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *