Come sarebbe la mia vita se…

malaikadany

Nata in Italia nel 1980 con l'immenso desiderio di viaggiare e conoscere luoghi e culture sempre nuove. A 28 anni mi sono trasferita in Kenya dove ho vissut anni stupendi. Al momento mi trovo in Olanda con la mia splendida bambina e viaggio appena posso.

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna risposta

  1. riciclattoli ha detto:

    Ciao! Arrivo al tuo blog dal Bloglab. Anche io éxpat (purtroppo e sottolineo purtroppo non in Kenya!!!) e anche io a volte mi cimento in viaggi mentali del genere! Come si sta in Olanda? Prossimamente mi sbircio tutto il blog! Ciao, Vale

  2. olandesina76 ha detto:

    Come ti capisco Dany..ti capisco così bene che vorrei capirti un pò meno credimi 🙂 Io sono vittima della “sindrome dell’altrove” praticamente da quando sono nata,fare delle scelte che mi facessero rinunciare a qualcosa mi ha sempre uccisa per metà e il mio mantra quoridiano è sempre “Sii quì e ora” perchè la mia mente parte continuamente per i suoi viaggi e spesso perdo il contatto finchè qualcuno non mi richiama all’ordine.. ci sono mille posti in cui avrei voluto vivere e mille me che avrei voluto essere,ogni volta che leggo la storia di qualcuno che è in un altro paese a fare qualcos’altro,all’istante mi immedesimo e paerte l’immaginazione..anche tu sei una delle mie ispirazioni hihih quindi sappi che mentre tu sogni di essere in un’altra vita qualcuno sogna di essere nella tua…il fatto è che una vita da sola,proprio non basta 🙂
    Kusjes

    • malaikadany ha detto:

      Grazie Vale! Ma io non è che sogno di essere in un’altra vita, alla fine la mia va benissimo (certo se a volte fosse meno incasinata anche meglio..) mi chiedo semplicemente come sarebbe stato se invece di fare certe scelte ne avessi fatte altre.. In fondo, la vita, è tutta questione di scelte!
      Baci!!!

  3. Laura Gargiulo ha detto:

    mai fermarsi e chiedersi “e se…?”. personalmente amo guardare al presente e all’immediato futuro, di questa vita, che può cambiare quanto può rimanere sempre la stessa. è bello sognare e immaginare i bivi non percorsi, ma talvolta i bivi sono quadrivi, chissà…tante variabili incontriamo nella nostra vita che non possiamo mai sapere!! un abbraccio!

    • malaikadany ha detto:

      Ciao Laura! Hai ragione, ma a volte guardare alle alternative ti fa apprezzare di più il futuro e aiuta a tenere in mente la meta.. E’ come un ricordarsi del perché si è qui ora, che ovviamente è sempre frutto di scelte passate. A volte perdo di vista il target e devo guardare i miei passi per ricordarmi perché sono qui e qual’è il mio scopo! 🙂

  4. Bia ha detto:

    bellissimo questo tuo post. Proprio oggi ho fatto anche io una analisi alla “sliding doors” della mia vita e… vabbè, io non sono mai partita, cosa che mi sarebbe piaciuta assai… quindi i miei “se non avessi fatto quella scelta…” sono tutti molto fantasiosi, come nelle favole 😉

    • malaikadany ha detto:

      ciao Bia, grazie! Anche se non sei partita la vita può prendere sempre mille strade diverse. A volte ho dei momenti in cui mi estraneo da me stessa e mi guardo da fuori, come se fossi un’altra persona che ha preso l’altra strada! Mi sa che ho letto troppi libri di fantasia perché a volte anche io mi sento come in un romanzo! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *